Studi di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto (Agenzie pratiche auto)

Informazioni Generali

In base alla normativa vigente competono alle province le funzioni di programmazione numerica, autorizzazione e vigilanza sugli studi di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto, nonché in materia di esami di abilitazione dei titolari degli studi medesimi. La programmazione del numero massimo di studi di consulenza viene redatta su base provinciale in relazione al numero dei veicoli circolanti immatricolati.

Requisiti

L'autorizzazione viene rilasciata al titolare dell'impresa che sia in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o comunitaria;
  • maggiore età;
  • non aver riportato condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, contro l'amministrazione della giustizia, contro la fede pubblica, contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio, ovvero per i delitti di cui agli articoli 575, 624, 628, 629, 630, 640, 646, 648 e 648-bis del codice penale, per il delitto di emissione di assegno senza provvista di cui all'articolo 2 della legge 15 dicembre 1990, n. 386, o per qualsiasi altro delitto non colposo per il quale la legge preveda la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni, salvo che non sia intervenuta sentenza definitiva di riabilitazione
  • non essere stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personali o a misure di prevenzione
  • non essere stato interdetto o inabilitato o dichiarato fallito, ovvero non sia in corso, nei suoi confronti, un procedimento per dichiarazione di fallimento
  • essere in possesso dell'attestato di idoneità professionale
  • disponga di locali idonei e di adeguata capacità finanziaria ai sensi della normativa vigente

Documentazione e costi

  • attestazione di affidamento di Euro 51.645,00 (capacità finanziaria);
  • planimetria dei locali in scala 1:100;
  • atto di proprietà ovvero contratto di locazione dei locasi sede dell'attività;
  • attestazione del Sindaco riguardante l'altezza minima dei locali, riferita all'uso, prevista dal regolamento edilizio vigente nel Comune in cui ha sede l'agenzia;
  • stato fallimentare;
  • versamento contributo "una tantum" di € 25,00;
  • certificato igienico-sanitario dei locali rilasciato dalle A.S.L.;
  • marca da bollo per l'atto di autorizzazione.

Dove rivolgersi

UFFICIO SERVIZI ALBO TRASPORTATORI - SETTORE V
Via Tavola d'argento snc Rieti
Tel. 0746/286505
Orario:  lun. merc. ven.  dalle 9.00 alle 12.00

Normativa di riferimento

  • L. 264/91: "Disciplina dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto"
  • D.M. 9 Dicembre 1992: "Definizione dei criteri per la programmazione numerica a livello provinciale, ed in rapporto con l'indice provinciale della motorizzazione civile, delle autorizzazioni all'esercizio dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto"
  • D.Lgs. 112/98: "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59"
  • L. 11/94 "Adeguamento della disciplina dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto e della certificazione per conto di terzi"

Competenza

Dirigente del V Settore: Arch. PASQUALE ZANGARA
Responsabile del Servizio: ANTONIO TIBERTI

Scarica i documenti

Modulistica studi cons_P_A_ditta ind.doc
Modulistica studi cons_P_A_società.doc